1

Scacchi giocati: report dal Campionato Regionale Assoluto Umbria, il titolo 2022 va a Nocera Umbra e a frazione Colle!

scacchi umbriaSi è svolto a Terni nella sede del circolo ASD Orlandi Furiosi il campionato regionale assoluto di scacchi umbro, periodo 29 Aprile – 1 Maggio,  indirizzo https://vesus.org/results/campionato-regionale-assoluto-umbria/details/. Al via una ventina di partecipanti (poi rimaneggiati parzialmente) disposti a bellicose intenzioni pur di entrare nella classifica assoluta con un primo premio che dispensava non solo un rimborso a premi sempre gratificante, ma anche il titolo di campione regionale umbro. Dopo fiumi di sangue fluenti aperti su innumerevoli scacchiere (è questa la guerra sportiva che va coltivata e si deve fare) prevale per quest’ anno un giocatore che ha ereditato dai suoi ex trascorsi agonistici torinesi il vizio della zampata risolutiva, tanto per citare un claim famoso per una squadra locale sempre orientata alla ricerca del risultato, che non dovrei citare come fede calcistica granata, vagamente dal sapore juventino, vincere aiuta a vincere, anche se le ultime uscite agonistiche del sottoscritto, alias Faraoni Enrico, non lasciavano certo presagire nulla di buono per il risultato finale (ultimo torneo disputato nelle Marche a Settembre a Falconara dove misteriosamente con un quattro su quattro dopo una letale sconfitta di ambientamento al primo turno finivo primo dei non premiati!).

scacchi umbria

Come da bando, https://vesus.org/files/fliers/campionato-regionale-assoluto-umbria_29-04-2022.pdf, partito con l’intenzione realistica dato l’arrugginimento da covid di conquistare il terzo posto e non certamente di vincere il titolo, nel corso del torneo una serie di circostanze favorevoli mi hanno alla fine permesso di battere quasi tutti (unico giocatore ostico il sempre agonisticamente fastidioso Giuseppe Girgenti che rendeva la mia partita del quarto turno non proprio stilisticamente impeccabile) e comunque la vittoria al terzo turno contro un avversario più quotato e di sicuro talento di cui sentiremo parlare (campione regionale laziale fresco fresco di nomina) rientra in una delle prestazioni più brillanti della mia carriera, dove alla fine ho finito per prevalere legittimando anche la classifica finale dopo il quinto turno.

Un momento di riscatto sportivo dopo una serie di prestazioni deludenti locali e certamente chi conosce il mio cv scacchistico (campione torinese nel 2008 in una edizione seppure rimaneggiata) con risultati seppure a intermittenza e isolati che parlano da soli (prestazioni positive con professionisti affermati) non deve stupirsi del perché il titolo di campione regionale 2022 é finito in zona Colle di Nocera Umbra in provincia di PG. Ma passiamo ad analizzare i fatti, i numerosi momenti critici che sono iniziati già al primo turno con un avversario che mi ha cercato di ipnotizzarmi con un velenoso cavallo partito dalla casella b1. scacchi umbriaQuando sono riuscito ad eliminare questa figura la partita è divenuta come per magia vinta con il pilota automatico, ma prima quanta sofferenza, anche per il numero di mosse giocate! Al secondo turno beccavo un giocatore (è inutile fare delle citazioni specifiche sull’ avversario dal momento che è tutto registrato in https://vesus.org/results/campionato-regionale-assoluto-umbria/details/ ) che considero pericoloso per chiunque se è in giornata ma che fortunatamente ho trovato con il bioritmo sguarnito: pur giocando male la mia 1 f4 riusciva a portare a casa il punto anche senza ostentare la precisione del GM. Al terzo turno lo scontro decisivo con il numero uno del tabellone nel quale il mio costume di scena doveva impersonare il ruolo precostituito di un perdente di successo o dell’ entità da innalzare sull’ ara sacrificale, con una previsione lapalissiana che attirava tutti sull’ uno a zero come verdetto indissolubile.

scacchi umbria

 Ma i miracoli sportivi esistono e se l’Inter può perdere i tre punti in una trasferta a Bologna in una metafora calcistica, anche il testa di serie numero uno può incappare in una giornata storta dove il suo avversario giocava le mosse lampo perché conosceva piani e manovre tipiche, avendo perso tantissimi anni fa con un personaggio che non ha certo bisogno di presentazioni e che di cognome fa Godena. In vantaggio di tempo ho proposto patta ma il mio avversario è andato avanti, andando incontro a una serie di tatticismi per lui letali. Ovviamente simili prestazioni non sono da considerarsi la norma per il giocatore sulla carta più debole, semplicemente in quel frangente hanno preso forma delle situazioni a me favorevoli per sovvertire il pronostico. Al quarto turno con il Bianco giocavo una brutta partita remissiva con Girgenti nel quale rinunciavo a giocare fin da subito concentrato sul fatto che la patta era l’unico obiettivo da perseguire, poi raggiunto.

E infine all’ ultimo turno il mio avversario con il bianco variante Saemish dell’ est indiana metteva in atto alla mossa quindici sulla scacchiera una novità teorica che però aveva delle controindicazioni: con l’apertura del gioco il mio schieramento ha finito per liberare tutto il suo potenziale e portato a una salvifica vittoria. Complessivamente ho giocato bene seppure con palesi imperfezioni, anche se non era preventivato la conquista del titolo non è stata una passeggiata e il risultato finale è arrivato dopo un lavoro lungo e faticoso anche supportato da una memoria ancestrale che si porta dietro la famosa tematica del “se hai vinto in passato puoi farlo ancora e di nuovo!“. E per finire un ringraziamento all’ impeccabile organizzazione che ha dalla sua uno slogan a supporto vincente: fai la mossa giusta! Per fortuna da mettere in pratica anche e soprattutto sulla scacchiera della vita! E siamo solo all’ inizio: adesso i riflettori si accendono per il torneo di scacchi a Sansepolcro a metà giugno, info https://vesus.org/tournaments/open-trofeo-luca-pacioli




Primo torneo di scacchi città di Amelia: pronti…via!

È tutto è pronto per ospitare, nei giorni 23, 24 e 25 luglio 2021, il primo Torneo-Festival di Scacchi Città di Amelia, un Torneo Internazionale organizzato dall’A.I.S.TE.L. APS Sez. Scacchi O’REY nell’ambito delle attività del Comitato Provinciale CSEN di Terni, patrocinato dal Comune di Amelia con l’importante contributo dello CSEN Nazionale ed in particolare dell’Ufficio Progetti diretto da Andrea Bruni che stabilitosi ad Amelia, fa sponda con Roma e con il Presidente del Comitato Provinciale CSEN di Terni Corrado Crovari, sviluppando una sinergia sportiva, turistica e sociale sul territorio della Provincia di Terni tra associazioni ed enti che promuovono iniziative sociali, come nel caso dell’A.I.S.TE.L. APS – Sezione Scacchi O’ Rey presieduta da Sandro Pascarelli e coordinata da Sergio Rocchetti. Il CSEN, Centro-Sportivo-Educativo-Nazionale: ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI ed ente nazionale di promozione sociale persegue lo sport per tutti e tutte senza alcuna differenza di nessun tipo. Un ringraziamento importante va al Presidente del CSEN provinciale di Terni Corrado Crovari ed al Responsabile Nazionale dei progetti CSEN, Andrea Bruni che con il loro impegno hanno voluto fortemente la realizzazione di questo evento che lasciamo raccontare meglio a chi ha dato un contributo determinante per organizzarlo: Sergio Rocchetti, responsabile della sezione Scacchi O’ Rey dell’associazione A.I.S.TE.L. APS.

“Amelia ospiterà nei giorni 23, 24 e 25 luglio il Torneo-Festival di Scacchi che vedrà la partecipazione di giocatori di caratura internazionale. Sarà possibile, nel mantenimento del protocollo covid della federazione scacchistica italiana e dello CSEN , poter assistere alle competizioni ospitate nella sala “Conti Palladinidella biblioteca di Amelia e nel circolo Santa Firmina di via della Repubblica. uwcIl festival comprenderà, all’interno della manifestazione, un concorso pittorico e fotografico a tema scacchi, la cui giuria sarà costituita dai giocatori stessi e che permetterà di avvicinare al nobil giuoco anche i neofiti e i passanti; “Gens una sumus” è il motto degli scacchisti ed evidenzia il carattere amichevole del gioco. Il collegamento tra gli scacchi ed altri linguaggi culturali, come la fotografia e la pittura, vede in Duchamp l’ispiratore di questa manifestazione, che vuole adottare un suo aforisma: “Non tutti gli artisti sono scacchisti, ma sicuramente tutti gli scacchisti sono artisti”. Precursore del Dadaismo, Duchamp fu interprete del surrealismo e ottimo giocatore di scacchi. Per rendere speciale il nostro evento si è deciso di commissionare coppe e trofei ai centri diurni di riabilitazione del comprensorio Amerino, dando una connotazione sociale di circolarità e lungimiranza all’evento. Insieme alle Associazioni affiliate, le attività promosse dallo CSEN, passando attraverso la promozione sportiva, dedicano il loro impegno anche alle attività di aggregazione sociale e di tutela delle marginalità. Con il progetto nazionale lo “sport integrato”, ora attivo anche nel territorio Amerino e del Ternano, apprezziamo come lo CSEN è veicolo di condivisione di intenti per promuovere attività e soprattutto una filosofia che mira a costruire sinergie tra associazioni ed enti locali. Noi dell’organizzazione siamo già pronti per un’altra sfida, ma intanto pensiamo al primo festival Città di Amelia… E chissà che non passi a trovarci “Don Matteo”, il quale gira spesso in Umbria e in particolare ad Amelia… Ce lo auguriamo!”

Con il motto “giocare è vivere” e nel rispetto delle regole anti-covid, la bellissima cittadina di Amelia si propone dunque come punto di partenza per una ripresa locale all’insegna dello sport, del turismo e della socialità!




Tornano gli scacchi il 23-24-25 luglio 2021 per valorizzare Amelia e l’Umbria, ma non solo!

seo specialist umbriaAlla voglia di normalità per uscire da mesi di involuzione in ogni ambito sociale contribuisce AISTEL A.P.S. , https://www.aistel.club/ , che nella figura del Presidente Sandro Pascarelli e in coordinazione con il responsabile della sezione Scacchi O’ Rey, Sergio Rocchetti, hanno organizzato nei giorni 23, 24, 25 luglio 2021 il primo Festival di Scacchi città di Amelia, un Torneo Internazionale patrocinato dal Comune di Amelia, e dallo CSEN sezione provinciale di Terni. Il 1° Festival Città di Amelia sarà ospitato all’ interno della sala “Conti Palladini” della biblioteca di Amelia e sarà impreziosito dalla formula Sport – Cultura, con l’esposizione di un concorso pittorico e fotografico a tema scacchi all’ interno del Chiostro Boccarini di Amelia. L’ idea di fondo e’ quella di promuovere una sinergia tra “ l’ arte degli Scacchi” e la Cultura, che avvicini i neofiti al gioco degli scacchi e gli scacchisti alle diverse forme di linguaggio o espressione artistica.web design umbria L’evento nella città di Amelia mira a valorizzare il potenziale turistico, il patrimonio culturale ed a sensibilizzare i partecipanti ad un attenta gestione delle disabilità. Il comitato organizzatore ha a supporto la collaborazione dei centri diurni per la riabilitazione di Amelia, commissionando loro la progettazione e l’esecuzione delle targhe e dei trofei. All’aspetto sportivo e culturale si aggiungerà quindi quello sociale, diminuendo la distanza tra le istituzioni e le marginilità. La manifestazione comprenderà due tornei (Open A e Open B), offrendo anche ai giocatori meno esperti la possibilità di essere protagonistii. Saranno presenti e ospiti della manifestazione giocatori di fama internazionale come il Maestro Internazionale Edoardo Di Benedetto (Campione Italiano 2021 Under 18) e il Maestro Fide Nicolò Napoli. Sembrano esserci tutti i presupposti affinché con le dovute accortezze e nel rispetto delle regole vigenti, tutti gli sportivi che si dedicano agli scacchi agonistici possano tornare a confrontarsi di nuovo alla scacchiera dopo un lungo periodo di stop. A.I.S.TE.L – APS, Associazione Italiana Servizi e Tempo Libero di promozione sociale, è un’associazione indipendente sul piano politico, economico ed istituzionale, aperta ad ogni forma di confronto e collaborazione con tutti i soggetti pubblici e privati che siano impegnati in iniziative sociali, di sviluppo locale, turistiche, di promozione e caratterizzate da obiettivi di valorizzazione delle risorse e delle identità locali, di sostenibilità e tutela dei territori, di promozione della qualità e delle capacità locali, quali opportunità per disegnare uno sviluppo competitivo sia in Italia che all’estero [cit]. A.I.S.TE.L – APS, https://www.facebook.com/aistelaps/ , augura a tutti gli scacchisti una buona partecipazione, ricordando che Amelia è uno dei borghi più suggestivi e antichi d’Italia.seo specialist umbria Diversi stili coesistono in armonia all’ interno di poderose mura poligonali con un insediamento che si sviluppò in epoca pre-romana sull’acropoli, dalla quale dominava il sottostante territorio costituito da insediamenti sparsi. La costruzione delle mura poligonali, attuata a partire dalla metà del III secolo a.C., conferì alla città la sua definitiva conformazione che corrisponde all’attuale centro storico. E non mancano certo musei , monumenti, chiese e cattedrali da visitare! Una bellissima iniziativa per valorizzare tutto l’indotto questa del presidente A.I.S.TE.L – APS Sandro Pascarelli e del responsabile Sez. Scacchi O’ Rey Sergio Rocchetti, che sono riusciti a mettere in piedi una iniziativa che accontenta tutti, scacchisti, associazioni sul territorio, artisti e cooperative sociali. E per saperne di più sul bacino del Rio Grande, la chiesa di San Francesco e il museo archeologico non resta che lasciarsi stregare da indirizzi internet come https://www.umbriatourism.it/it/-/museo-archeologico-di-amelia evocando anche un celebre aforisma di Marcel Duchamp: “sono giunto alla conclusione che non tutti gli artisti sono scacchisti, ma che tutti gli scacchisti sono degli artisti




A Monterotondo con Montegrappa edizioni: Nocera Ombrosa e Mauro Carpa finalisti nel concorso letterario “metti un racconto a cena”.

La manifestazione di premiazione del concorso “metti un racconto a cena” edita da Montegrappa edizioni si è svolta il 26 Ottobre a Monterotondo, località nell’ entroterra laziale ricca di colline verdeggianti e di borghi arroccati su attrattivi cucuzzoli non solo per vetuste esigenze pratiche difensive, ma soprattutto per arginare il debordare delle acque che anticamente modificava radicalmente la morfologia del territorio. Presenti aspiranti scrittori da tutta Italia e persino dalla lontanissima Germania, con altissima qualità degli scritti e con sorprese inaspettate tipo il bellissimo racconto del tredicenne Giovanni Laricchia dal titolo “il mondo senza”. Certo gli scritti scelti nell’ inclusione antologica del volume sono tutti intriganti, innovativi e originali. Vediamo come presenta l’introduzione il direttore artistico Anna Ludovici che ha curato la selezione del materiale: una girandola di racconti ci accompagnerà in questa lunga cena letteraria: pennellate di natura, ricordi e sogni, visioni inquietanti, angeli e quasi suicidi…Humor e fantasia, leggerezza e corposità, un vagare trionfante, a volte insolente, mai noioso, tra i meandri della mente e dell’ anima dei nostri scrittori, che vi terranno compagnia, facendovi a volte riflettere, a volte sorridere, emozionarvi e stupirvi in questo lungo pasto serale. Buon Appetito! Il concorso è stato articolato come una sfida: riusciranno i nostri aspiranti scrittori a intrigare in uno spazio ristretto di sole due pagine i nostri commensali serali? La risposta è scontata, visto che la giuria, a causa della qualità elevata dei lavori pervenuti, si è vista costretta ad ampliare il podio a tre posti per farlo diventare di sei! Questa volta il detective più famosi di Collemosso (ovviamente non si deve sapere che questo particolare segugio abita a Colle di Nocera Umbra in realtà, ndr) deve risolvere un difficile caso di corruzione che vede coinvolto l’assessore alla cultura di Nocera Ombrosa (anche qui non si deve sapere che nell’ evocazione dell’ universo carpesco, questa località è la proiezione reale di un CAP realmente esistente, nello specifico 06025 ma non solo, ndr) il petulante Rocco Tamburini, in quel di Spoleto. La sfida mette in evidenza le suggestive bellezze di una località realmente esistente, Castagneto Alta, ma anche la sua dimensione isolata dovuto a un estraneante spopolamento e inutile dire che il crimine di cui si parla nella narrazione è funzionale per mettere in evidenza solo la cornice esterna dei luoghi in cui vive il detective, alter ego catartico dell’ autore. Mauro Carpa in Umbria si impone all’ attenzione dei critici nel luglio del 2018, vedi ad esempio https://www.umbriaway.eu/2018/07/08/premio-hombres-itinerante-e-cdg-ii-e-ultima-puntata-ringraziamenti/, anche se ufficialmente il CARPA DIEM romanzo presente in rete, con una avventura che lo coinvolge a Torino, lo battezza ufficialmente molto prima. Poi nel Settembre 2019 questa proiezione sgangherata dell’ autore fa di nuovo capolino, vedere per esempio il primo posto di Rieti https://www.umbriaway.eu/2019/09/15/premi-letterari-a-rieti-con-montegrappa-edizioni-il-cap-06025-sale-sul-podio-con-lo-strano-caso-del-grifone-di-giada/ e ora il detective continua a far parlare di sé con l’investitura ufficiale della premiazione di ieri. Che dire? Certi personaggi stanno in piedi da soli una volta che dopo mille vagiti vengono messi in pista. Tutto il ciclo di Carpa è accompagnato da una terribile presenza, quella del DRAGO, rappresentazione simbolica del terremoto, che con il suo aforisma principe, la minaccia é più forte dell’ esecuzione, promette potenziali disastri ogni volta che si risveglia da quei dieci-quindici anni di letargo. Se per la cultura occidentale il drago è da interpretarsi come qualcosa di malvagio e demoniaco, in questo racconto compare l’altra versione dell’ ossimoro, quella benefica della culturale orientale, che vede nel drago una creatura mitologica portatrice di fortuna e di buoni auspici, come sarà chiaro dalla lettura del racconto. A noi che lo abbiamo scritto questo noir gratta e vinci dal titolo IL RISVEGLIO DEL DRAGO piace molto, ma con spirito critico devo riconoscere che questa volta i miei colleghi hanno fatto meglio per entrare sul podio! Ecco l’incipit letto durante la premiazione per torturare (o allietare) i presenti:

Castagneto Alta è una Ghost Town situata a 1400 metri sopra Spoleto sulle falde del Monte Cattivo. Con quel nome sul navigatore avrei fatto bene a valutare seriamente di muovermi con maggiore cautela in un terreno per me sconsacrato, ma del resto che pericoli avrei potuto correre in un paesino con 4 case isolate che un tempo era stato una ridente località turistica e che solo ad Agosto riviveva i suoi fasti gloriosi grazie ad impavidi escursionisti? Con il senno di poi posso vedere con quale superficiale valutazione avevo trascurato il mio avversario, l’Assessore addetto ai beni culturali nella cittadina di Nocera Ombrosa, Rocco Tamburini. Un buon detective dovrebbe saper leggere i presagi, i tanti segni del destino che vengono sparsi davanti a lui come tante briciole di Pollicino, ma sulle insidie racchiuse in modo criptico dal cognome del mio potenziale carnefice, scoprii qualcosa solo nella tarda serata di quel Venerdì 17 maggio, quando di colpo entrando in un casolare segnato dal catasto a nome Tamburini, ricevetti una roboante colpo in testa che prometteva di mandarmi anzitempo al creatore. Quando mi risvegliai in uno scantinato buio e salmastro, capii che la triade rappresentata dal giorno del mese, più il cognome del mio indagato, più la località in cui si consumava il misfatto era tarata all’unisono per preannunciarmi una sicura tragedia, dal momento che la mia testa rimbombava esattamente come un tamburo. Non deve ingannare l’idea che ero entrato in una proprietà privata, dal momento che avevo regolare mandato da parte del Capitano Minniti, capo della caserma dei carabinieri di Nocera Ombrosa per operare come consulente esterno in virtù del fatto che Tamburini era il principale sospettato dell’omicidio di Egidio Capasso, noto gallerista locale, ritrovato morto due mesi prima nel suo atelier con la testa fracassata da un prezioso bucchero etrusco. Il tragitto che aveva portato all’identificazione del suo presunto assassino era stato tortuoso e solo grazie a quel colpo in testa subito da un attizzatoio capii che la pista che stavo seguendo era sempre stata azzeccata fin dall’inizio, in virtù di una successione di cause ed effetti in cui la pedina aveva finito per smaterializzarsi insieme a una preziosa collezione di ceramiche villanoviane, fino al momento in cui tutto era confluito verso quel casolare abbandonato. Di riflesso cercai l’arma, ma quando la nebbia confusa negli occhi svanì vidi nella penombra un gigante dissonante seduto di fronte che si trastullava con la mia Phantom. L’essere parlò…

Di sicuro essendo Mauro Carpa funzionale alle mie esigenze di divulgazione rispetto a qualche anomalia presente a Nocera Ombrosa, questa storia del noir appenninico è solo all’ inizio. Nel frattempo il plauso va come sempre a Montegrappa edizioni che ha saputo rivitalizzare con delle sfide avvincenti le necessità impellenti dei suoi autori nascosti nell’ oblio (certo per me è pià facile, avevo già brevettato la LETTERATURA CONDOMINIALE negli anni novanta) . Non solo finction, ma anche turismo perché quando si é invitati a celebrazioni ricche di eventi e di musica come quello di ieri (la premiazione articolata su più concorsi é durata tutto il pomeriggio) l’autore presente vede e conosce posti di cui non sospettava nemmeno l’esistenza! Nel frattempo Mauro Carpa che non vuole essere tumulato dalle forze del male senza combattere, ha già adocchiato la sua prossima performances, coming soon!




Cataloghi on line Nocera Umbra e lo spostamento degli oggetti in JQuery tramite il metodo ANIMATE


In questa sessione di allenamento per aspiranti sviluppatori front end che vogliono migliorare le loro competenze in ambito javascript e in particolare con la libreria citata JQ che semplifica di molto la stesura del codice, cercheremo di rispondere insieme a cataloghi on line Nocera Umbra che offre questo approfondimento se JQUery é tutto fumo e niente arrosto, ossia se é in grado di manipolare gli oggetti per quanto riguarda la USER INTERFACE. Se io ho un cerchio come posso posizionarlo in un punto diverso magari ingrandendo i suoi confini e persino cambiandogli colore? Innanzitutto cataloghi on line Nocera Umbra consiglia questo CDN Content delivery network per creare un ponte di collegamento alla libreria JQuery, sicuramente quella di GOOGLE gode di ottima reputazione. Poi creato questo script in head come nelle figure allegate non ci resta che creare uno stile locale sempre nell’ head per dare una fisionomia ai nostri oggetti DIV che hanno caratteristiche variabili a seconda del contrassegno identificativo usato ossia RECT al posto di SQUARE piuttosto che CIRCLE. Da sottolineare che togliendo marginLeft e marginTop dal codice proposto io posso dilatare il cerchio direttamente sul posto senza spostamenti repentini all’ interno della pagina. Come al solito avremmo un DIV di riconoscimento su cui punta un foglio stile in locale specifico richiamato dal simbolo cancelletto e tramite questo andremo a fare tutte le nostre operazioni tramite la funzione ANIMATE proposta negli allegati. Come abbiamo appreso tramite cataloghi on line Nocera Umbra con il simbolo dollaro prima si entra dentro l’oggetto che si vuole manipolare poi si applicano i metodi supportati dalla funziona in questo caso appunto ANIMATE che consente deformazioni dinamiche sul piano di lavoro. Da notare che decommentando il codice ossia rendendolo libero di agire nalla funzione avrò uno spostamento del cerchio fino alle coordinate attive proposte. Tutto sommato semplice ed efficace, in fondo come una combinazione di Larse. Che cosa lo ha spinto nel 1980 contro Van Der Wiel ad Amsterdam a giocare dopo una inglese turbolenta la mossa 18 Cavallo prende pedone in e5? Negli scacchi questo precisa cataloghi on line Nocera umbra si chiama sacrificio e quando un giocatore bravo che sa calcolare bene e che ha una filosofia di ridurre al minimo i rischi per non perdere si cimenta in una simile mossa possiamo dire che quel Karpov magari ha vinto…ma Larsen ha lo stesso piglio? Rischia nelle sue valutazioni strategiche, lo stampo e il format nel calcolo sono gli stessi ossia sacrifico solo quando sono sicuro di vincere? Certo qui il nero che perde in 39 mosse ha il re al centro ballerino e lo svantaggio di materiale del bianco é un gioco che vale la candela soprattutto quando inizia il tiro al piccione. Partita che cataloghi on line Nocera Umbra segnala all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1147830 tutta da seguire e da studiare in quanto Larsen era sicuramente un capostipite della nuova generazione di guerrafondai sulle 64 caselle che proiettavano il kaos sopra il teatro degli eventi. Per quanto riguarda JQuery in uno dei prossimi articoli di approfondimento prenderemo in considerazione altri metodi alternativi generati dall’ evento CLICK dell’ utente che non siano .animate come in questa sede. L’aspirante web developer che ha misurato le sue conoscenze e che vuole diventare un professionista serio nel settore ha una strada obbligata davanti a se, JQ va imparato, studiato, sperimentato e soprattutto SOMATIZZATO! L’esempio é visionabile a questo indirizzo: http://www.farwebdesign.com/jq/animate.html




Web marketing Collemincio e la spinosa questione delle difese da demolire con sacrifici immediati

Eccolo di nuovo Tal che in una partita precedente vista all’ indirizzo https://umbriawaynoir.wordpress.com/2017/02/13/siti-internet-pietrasanta-e-la-violazione-delle-regole-negli-scacchi-con-la-variante-polugaevsky-della-siciliana/ sclerava perché non riusciva a demolire la fragile impalcatura del nero. Anche in questa partita di bianco contro Polugaevsky alla mossa 17 il nero gioca un h5 e ha ancora il re in e8, si vede una torre in a7 (bo!) che evidentemente ha lo stesso effetto di un panno rosso sventolato da web marketing Collemincio per mandare fuori di testa il nostro eroe che spazientito sbotta con un 18 Torre prende f5 in presa tutto per poter entrare con il cavallo in d5 con conseguenze stile nebbia padana e valutazione nebulosa. Questa volta per lo meno il bianco riesce perlomeno a racimolare il mezzo punto. Ma torniamo a CODEIGNITER lasciando da parte questo interessante scontro teorico tra i due mostri sacri sulla B96 nella quarta del match che riprende gli echi della seconda. Sappiamo già che é un potente framework in php e che quindi essendo un linguaggio interpretato ha bisogno di un server fisico in rete o in locale e come web marketing Collemincio sai bene che puoi simulare la presenza di un server in locale scaricando applicativi come XAMP o MANP disponibile per ogni tipologia di sistema operativo. Un web marketing a Collemincio sa che oltre a dover scaricare una copia del software di sviluppo che pesa soltanto 2 MB e che andrà posizionata all’ interno della cartella HTDOCS, necessiterà trovare un editor Come Sublime Text per esempio. Fatto questo hai a tua disposizione una potentissima ferramenta fatta di cacciaviti martelli e viti che in gergo informatico prendono il nome di librerie e funzioni e che ti permetteranno di espandere le tue capacità. Ma chi sono gli attori che recitano sul palcoscenico? Il modello, la vista e il controllo, schema conosciuto come MODEL-VIEW-CONTROLLER. Il modello é da considerarsi il cervellone che esegue tutte le transazioni con il databasxe per esempio mentre la vista é responsabile di restituire questi dati sfruttando la mediazione del CONTROLER che si pone in mezzo e cerca di mediare le esigenze di entrambi ed é responsabile della creazione dei contenuti per l’utente che esegue la richiesta sul browser. Il MODEL é colui che esegue la logica e che trasmette il risultato come DATI al CONTROLLER che mastica queste informazioni e le restituisce al browser passando per il VIEW. MODEL e VIEW non devono mai parlarsi direttamente questo é di fondamentale importanza, la separazione dei contenuti da come essi vengono visualizzati deve avere in mezzo appunto il CONTROLLER che fa da intermediario. Ovviamente l’utente interagisce con la VIEW che a sua volta scomoda il CONTROLLER e che che costringe il MODEL al lavoro sporco che una volta eseguito viene restituito all’ utente passando di nuovo dal CONTROLLER e dalla VIEW, evidenzia web marketing Collemincio. Se un domani decidiamo che l’interfaccia grafica non é più accattivante e in grado di catalizzare l’attenzione degli utenti andremo quindi esclusivamente ad agire sulle VIEW ottenendo un notevole risparmio di tempo andando a intgervenire solo dove necessità cioé su quei contenitoei a compartimenti stagni. Sapere che sotto il cofano della nostra applicazione vi é questo modello di sviluppo é molto importante, ribadisce web marketing Collemincio congedandosi.




Scacco matto in Umbria a risonanza internazionale? Ora puoi! E non é un pesce di Aprile.

rocca-albornoz-spoletoSe sei così sfortunato di avere un elo da ribrezzo dovresti meditare e riflettere sul fatto che dall’ altra parte della medaglia tu hai a disposizione la possibilità di giocare da agonista convinto e irriducibile il FIDE WORLD AMATEUR CHESS CHAMPIONSHIP che si terrà a SPOLETO dal primo al nove Aprile. Smantellato dunque quel vecchio detto del mai una gioia! Niente paura, non deve ingannare la data assurda del primo aprile che sembra nascondere degli agguati legati alla superstizione. Basta collegarsi sul sito predisposto per carpire info e cioé www.fideacademy.com/amateur oppure richiedere informazioni a info@fideacademy.com o anche telefonando allo 075 8671282 o anche al 329-7954623 oppure anche su www.facebook.com/wacc2017 per scoprire che pakko non era, si giocherà in un luogo davvero prestigioso ricco di storia e di cultura ossia la rocca di Spoleto. La scadenza iscrizioni senza pagare sanzioni aggiuntive é prevista per il 18 febbraio e non deve spaventare la clausola imposta dall’ organizzazione che costringe i giocatori paganti di iscrizione a dover aggiungere una tassa soggiorno nel caso non si decida di scegliere un hotel predisposto dall’ organizzazione, in quanto i residenti locali possono astenersi dal pagare questa cifra antipatica e vincolante che toglie libertà all’ individuo. La cadenza di gioco é di 90 minuti per 40 mosse + 30 minuti per finire + 30 secondi a mossa, con un tempo di tolleranza di 30 minuti. Basta essere giocatori scarsi per partecipare ossia non superare i 2300 di quella misteriosa sostanza chiamata “elio” , in ogni caso sono previsti tre tornei per ogni serie o fascia elo tematica, tre per i maschietti e tre per le femminucce: aree elo under 2300, under 2000 e under 1700. Contattare l’accademia internazionale degli scacchi per ulteriori informazioni con recapiti estrapolabili da www.fideacademy.com un team di istruttori qualificati che esercita la sua attività on line e via campo di marte 4 a PG. Informazioni info@fideacademy.com per evitare sanzioni appena dietro l’angolo tipo tardiva iscrizione come si notificava sopra. Si arriva sabato primo aprile per giocare il primo turno alle ore 15 con doppio turno al mattino orario 9,30 e 15 pomeridiano che viene ripetuto fino al nove aprile dove la domenica si giocherà alle ore 12. Il montepremi previsto per soddisfare il palato di tutti gli agonisti ammonta sui 10 mila euri. Un evento imperdibile dove si può amalgamare turismo, sport e tensione agonistica a fine propositiva di lucro (!) che rimarrà negli annali degli eventi scacchistici nazionali e che fortunatamente tocca le nostre bellissime attrattive paesaggistiche! Appuntamento imperdibile quindi per dare scacco matto in Umbria e non é un pesce da aprile.




Web marketing Salmata, Google AdWords e i serpenti che iniettano un veleno a lunga scadenza con sacrifici lenti ma inesorabili

web-marketing-salmataWeb marketing Salmata affronta in questa sessione di allenamento la questione di AdWords. Nato nel 2000 é lo strumento principale del SEM, acronimo di Search Engine Marketing, nel 2012 grazie a questo strumento la casa madre ha fatturato quasi 43 miliardi di dollari. Si tratta di imparare a perfezionare campagne pubblicitarie digitali ad hoc, ricorda Web marketing Salmata. Cerchiamo di rispondere come web marketing Salmata alla domanda che cosa é la RETE DI RICERCA. Quando inseriamo la parola chiave o un termine in un motore come google sfruttiamo appunto quella che é la rete di ricerca. Cercando pizza a domicilio sotto la barra compariranno tutti i risultati pertinenti, con i link a vari siti web. I primi risultati in alto per un massimo di tre e laterali per un massimo di otto sono quelli relativi al SEM di Google AdWords. Sotto queste aree si parla di posizionamento organico ricorda Web Marketing Salmata. Come ricorda che la pubblicità a pagamento non può influenzare questa area ne consegue che é anche vero il contrario nelk senso che lavorando sul posizionamento organico nonj vado a influire sulle aree contrassegnate dal SEM di AdWords. Queste aree contraddistinguono appunto la rete di ricerca, il luogo dove web-marketing-salmataavvengono le ricerche delle chiavi cercate. Il SEM é anche composto da AdSense di Google e in questo caso si parla di RETE DYSPLAY. Questo permette ai proprietari di web marketing Salmata di affittare i loro spazi per coloro che cliccandoci sopra daranno modo al proprietario del sito di guadagnare una piccola percentuale mentre chi paga l’annuncio ovviamente medita un rientro dell’ investimento pubblicitario tramite le conversioni effettuate dall’ utente. Posso anche fare pubblicità sulla rete Display tramite You Tube, secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo, dove ho la possibilità di inserire banner o annunci di testo e anche di pubblicizzare video. Ma torniamo al tema quali vantaggi ho a usare AdWOrds piuttosto che FB ADS? La risposta sta nelle tre erre, 3R: Relevance, Reach and Return of Investment (ROI). La pertinenza in inglese Relevance é indicativa del fatto che il cliente cerca il tuo prodotto tramite un interesse verso ciò che hai da offrire nel modello a imbuto rovesciato. Per portata o reach si intende il bacino di utenza raggiunto che supera numeri a sei zeri. Nel 2012 in Italia parliamo di un flusso circa di 48 milioni di persone potenzialmente interessate ad acquisti di età variabile tra gli undici e i 74 anni. Poi se ci pensiamo bene abbiamo anche il vantaggio usando AdWords che dcecidiamo noi le modalità di pubblicazione, dove, come e quando pubblicare. Per ROI o ritorno di investimento si intende il controllo sulla spesa che fai ogni giorno per le tue campagne, cifre giornaliere che puoi mettere in pista con l’obiettivo di analizzare i dati di ritorno: clic ricevuti, località raggiunte, lingua e browser usato con lo scopo di ottimizzare e migliorare le campagne per massimizzare i costi, per l’appunto il tuo ritorno di investimento. Per quanto riguarda gli scacchi ci accingiamo come web Marketing Salmata ad analizzare i contenuti della Karpov – Velimirovic giocata a Skopje nel 1976, classificazione ECO E87. La domanda é ma Karpov che era un giocatore posizionale li faceva i sacrifici? Bé i campioni del mondo sfoderano un gioco completo conoscono tutto altrimenti sarebbero solo campioni del condominio. La partità finì alla mossa 67 dopo un sacrificio eseguito alla mossa 22: praticamente un morso letale dove il veleno entra in circolo lentamente, ma inesorabilmente, evidenzia web marketing Salmata!




Marketing digitale Nocera Umbra alle prese con una breve storia di Internet

Marketing digitale Nocera Umbra alle prese con una breve storia di Internet? Ma lo sanno tutti che negli anni sessanta il Ministero della difesa degli Stati Uniti d’America lavorava sul progetto ARPANET per stabilire una connessione tra computer cosa che avvenne nel 1969 quando vennero collegati 4 computer di 4 università americane distanti tra loro. Nel 1971 questi 4 computer divennero 23. Marketing digitale Nocera Umbra alle prese con una breve storia di Internet? Ma lo sanno tutti che nel 1973 il progetto divenne internazionale collegando Regno Unito e Norvegia e che nel 1990 il CERN sviluppa il protocollo che sostituisce ARPANET il www per l’appunto con la logica degli ipertesti. Marketing digitale Nocera Umbra alle prese con una breve storia di Internet? Ma lo sanno tutti che nel 1993 venne creato MOSAIC il primo browser della storia e che nel 1995 proprio in Sardegna venne introdotto il primo servizio di web mail e nacque grazie a Microsoft la prima versione di explorer. Velocemente si passò dai dieci milioni di computer collegati a metà anni novanta ai due milioni di connessioni dei primi anni duemila mentre oggi con una popolazione salita quasi a otto miliardi circa la metà é connessa a Internet. Marketing digitale Nocera Umbra alle prese con una breve storia di Internet? Ma se lo sanno tutti che nel 1978 venne spedita la prima mail pubblicitaria sotto il progetto Arpanet e che una pubblicità più pervasiva in rete iniziò a comparire solo inizio anni novanta (banner come se nonc i fosse un domani) dando luogo a una accellerazione tecnologica supersonica!marketing-digitale-nocera-umbra-1 Lo sanno tutti che nel 1998 GoTo.com diventata poi nel 2001 Yhaoo! mise in circolazione il primo motore di ricerca inedito! Lo sanno tutti che AdWords esplose come invenzione di Google negli anni duemila dopo che Page e il suo socio fondarono due anni prima il colosso. AdWords sfruttando lo stesso principio delle parole chiave ha fatturato nel 2012 quasi 43 miliardi di dollari raggiungendo milioni di utenti in tutto il mondo. Lo sanno tutti che il marketing tradizionale seppure non é stato annichilito dalla rete ha subito un contraccolpo notevole grazie all’ avvento della pubblicità display , dei search engine marketing, delle e-mail commerciali e dei soacial media marketing. Ma quali vantaggi ha la pubblicità digitale rispetto alle testate giornalistiche, radio, tv, cartelloni pubblicitari, locandine e volantini? Intanto non c’è bisogno che lo dica marketing digitale Nocera Umbra alle prese con una breve storia di Internet: l’accessibilità e i costi contenuti per esempio giocano un ruolo importante. Pubblicizzare un paio di scarpe rosse su famiglia cristiana non é detto che serva magari il cardinale se le cerca in Internet specificatamente con un modello a imbuto rovesciato: non sono io produttore che mi devo sbattere per trovare l’acquirente ma é l’acquirente che viene da me per comprare perché sono alto, biondo e con gli occhi azzurri. Con é Internet é molto più facile massimizzare l’investimento in quanto mi rivolgo a un target audience che ha degli interessi specifici nel mio settore. Ovviamente le due tipologie di marketing vanno mixate in una strategia vincente, per bilanciare il ROI con il conseguente incremento delle vendite é vitale pensare ad entrambe le azioni di amplificazione del BRAND un pò come quando Ken Shiro si strappa la camicia e inizia ad attirare il suo bacino di utenza mostrando alla controparte da sconfiggere le gloriose sette stelle di Hokuto portatrici di traffico, contatti e conseguentemente conversioni! Deve aver mostrato le sette stelle di Hokuto anche Polugajevsky contro Hort nel 1976 a Vinkovci quando con il nero decise di non riequilibrare le sorti materiali di un cambio e di iniziare un portentoso attacco da matto con materiale in meno sfruttando la sua supremazia sulle case bianche. Alla mossa 33 decide di giocare Dc2 incurante del fatto che un Alfiere bianco in f6 é da catturare! Valutando correttamente la posizione, come farebbe un digital marketer che gestisce con successo una campagna di AdWords, il nero vede la donna bianca in a3 completamente spiazzata e il settore ovest completamente sguarnito: questo gli consente di coordinare i suoi due unici pezzi per suonare melodie pure che sicuramente Hort in quell’ occasione non ha gradito.




Strategia Facebook Gualdo Tadino lo strano caso della francese consulting e Vaganian ceo dell’ azienda!

strategia-facebook-gualdo-tadinoSe giochi a scacchi e hai ambizione di diventare supergrandemaestrocaposupremodell’universoconeloupoltrei4000 sappi che sviluppare una cereta cultura di conoscenza sull’ argomento è quanto meno indispensabili, lo afferma strategia facebook Gualdo Tadino. Semplificando senza farla troppo lunga alla Fonzie significa che i classici li devi conoscere, e se non hai mai visto la Reshevsky – Vaganian una stupenda francese dovestrategia-facebook-gualdo-tadino il nero per adescare il re nemico che in apertura si posiziona in g3 credendo di aver raggiunto la pensione sacrifica anche l’anima per non dire cose sacrileghe. Strategia facebook Gualdo Tadino evidenzia come la francese tatticamente sia una stupenda difesa ma per esserne davvero convinti occorre andare a recuperare questa prestazione del nero avvenuta nel 1976 a Skopje. Si tratta di una miniatura in meno di trenta mosse che va inserita come cultura base per chi aspira superjedy spaziale. Fine della dissertazione scacchistica adesso andiamo ad analizzare il caso della francese consulting (non a caso fa notare strategia facebook Gualdo Tadino) dove siamo alle prese con una azienda che distribusice i suoi frullatori ai ristoranti con una filosofia business to business. La crescente focalizzazione dell’ azienda sul target consumer porta l’azienda a inventarsi un claim sonoramente roboante che recita: che persona sei se non frulli mai? Questo slogan che fa presa sul pubblico va amplificato tramite tutti gli strumenti a disposizione giornali tv radio per il marketing classico ma anche la parte di YT per la parte video digitale della rete con un approccio mixato. Il claim si presta a video divertenti dove le persone partecipando a un contest possono vincere dei frullatori spaziali! Quindi intrattenere e divertere come strategia facebook Gualdo Tadino ma non solo. E se volessimo prendere in giro il grande cinema e i generi cinematografici con scene drammatiche oppure hard boiled oppure thriller c on Jack Norris che rimane KO durante l’uso di un frullatore? Ricordate piccoli costi grandi risultati! Fai dei video brevi e graziosi che fanno sorridere questo é il segreto del graal! Il cxoncept visto qui ha avuto così tanta risonanza in rete che il titolare della francese consulting ha dovuto anche produrre video e magliette a tema. In uno dei prossimi articoli affronteremo la spinosa questione di come produrre fisicamente i nostri video senza pagare non parola di lupetti ma di strategia facebook Gualdo Tadino!




Strategie digitali Foligno e i backlink

strategie-digitali-folignoVolendo semplificare la SEO potremmo dire che più traffico riesco a convogliare verso il mio brand verso il mio logo verso la mia attività e il mio sito e più alzo il livello della mia link popularity, aumentare i backlink in sostanza. Certamente i contenuti della propria azienda on line sono molto importanti afferma strategie digitali Foligno ma questi potrebbero essere influenzati anche dalle attività dei social che stanno sempre di più diventando fattore determinante. Tecnicamente se io so come i motori di ricerca valutano i link so anche come sfruttare vantaggio per la mia azienda che habisogno di far crescere popolarità e brand. Quello che va chiarito subito, sottolinea strategie digitali Foligno, é che non tutti i link che arrivano e atterrano e planano sul mio sito sono uguali. Sempre di più la tendenza é quella di premiare ciò che reca un significativo vantaggio per l’utente, segnalare valide risorse é sempre gratificante per il webmaster desideroso di ascendere in SERP. Se questi link che arrivano dall’ esterno come dardi infuocati poi sono spontanei io sono a cavallo nel senso che la mia popolarità raggiunge da sola il punto di ebolizione e si alimenta con modalità autorigenerative nel senso che produco contenuti di qualità, aiuto le persone a risolvere magagne, le persone ritornano da me per evidenziare e valorizzare la qualità dei miei suggerimenti etc, etc. In questo senso strategie digitali Foligno ricorda che Google lavora sempre di più in questa direzione: premio chi non é artificioso e macchiavellico ma spontaneo e utilitaristico, ame verrebbe da aggiungere! La persistenza applicativa deve essere un fattore nel perseguimento di un risultato costante: non basta ricevere backlink oggi e domani ma anche dopodomani e tutto il mese successivo, con una progressione e una crescita costante. I mille link ricevuti due anni fa non é che vanno perduti ma sappiamo bene3 che uno dei fattori di successo nella seo é l’aggiornamento costante dei contenuti con il celebre motto che tutti i professionisti del seo conoscono bene, tormentone classico: the content is the kink! strategie digitali FolignoCostanetemente link spontanei devono arrivare sul mio sito, ma come fare? Semplice scrivendo al meglio sempre come se non ci fosse un domani ma mettendo dentro questi scritti cose concrete che servono a risolvere i problemi della vita reale senza troppa filosofia. In uno dei prossimi articoli di allenamento su uno dei tanti portali Umbriaway Consulting approfondiremo meglio questa idea sui contenuti per accrescere i backlink ma al momento concentriamoci sulla doppia valenza di strategie digitali Foligno con la tecnologia web legata agli scacchi agonistici giocati. Parliamo quindi della Rajcevic – Gipslis giocata in Yugoslavia nel 1975. A un certo punto il nero ispirato che ha una torre in c8 attaccata e in presa e anche un cavallo in h3 sospeso dà uno scacco in e3 di cavallo con posizione bianca totalmente sbracata e foto che ricorda quello di un abisso creato come nera fenditura dopo un terremoto. Strategie digitali Foligno conclude accennando solo vagamente che i contenuti sul web devono essere geniali nel senso di originali e piacevoli, devono essere aggiornati frequentemente, con fruibilità multitaskink anche con formati diversi e con ridistribuzione parziale o totale ma senza incappare nel rischio penalizzazione duplicazione.




Ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra e il TRUST DAMPENING quasi geniale come algoritmo al cranio di quel geniaccio di Planinc!

Ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra e il TRUST DAMPENINGPiù un documento si allontana per tematicità e pertinenza dalla pagina seme e più alta sarà la possibilità di trovare un documento contenente SPAM. Il TRUSTRANK che passa come valore dalla pagina uno alla pagina due é più alto di quello che passa dalla pagina 2 alla pagina tre. Ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra cercherà in questa sessione di allenamento di districare questa spinosa questione dell’ algoritmo e della sua formula segreta: più ci si allontana dalla pagina base e più il valore di TRUSTRANK diminuisce. Ok Ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra su questo argomento può sorvolare adesso affrontiamo la spinosa questione del TRUST SPLITTING che é un valore che salta fuori quando noi inseriamo dei link nelle nostre pagine che puntano ad altri siti.ottimizzazione-siti-colle Avere molti link in uscita o pochi fa una enorme differenza in termini di deduzione logica, sottolinea ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra basta usare il buon senso per capire che pochi link significa che quelli che sono citati però sono molto importanti per noi. Tanti link stanno a significare che non c’è qualità in quelle indicazioni e quindi il motore potrebbe considerare il tutto SPAM. Se digitiamo su un motore di ricerca una parola chiave di sicuro i primi venti siti che compaiono sono dotati anche di ottimo TrustRank ma ricordiamo come ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra che stiamo solo di un fattore che determina e influenza il posizionamento legato anche ad eventuali anomalie spam di link in uscita o cloni su directory come DMoz per esempio. E’ l’insieme delle parti che fa un totale e se consideriamo che il TrustRank non é misurabile graficamente non dobbiamo stupirci se anche l’argomento poi per quanto riguarda la SEO non occupa una posizione tolemaica nell’ affresco generale. Comunque se il TrustRank funziona perché non usarlo all’ inverso in modo da filtrare e penalizzare i siti nei risultati organici? Del resto le pagine spam linkano in prevalenza altre pagine di spam. Ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra ricorda quindi che prudenza non vorrà dire dare la precedenza ma che é molto importante fare attenzione a quello che linko e a quello che mi linka. Del resto un link da una comunità autorevole se non é in TEMA vale poco per questo la partecipazione ai blog e ai forum deve essere finalizzata a inserire link di segnalazione e condivisione di rimando che siano pertinenti con le questioni affrontate. In una delle prossime sessioni di allenamento su uno dei tanti portali Umbriaway Consulting parleremo di altri motori di ricerca mentre adesso ricordiamo per quanto riguarda la strategia un capolavoro di Planinc Hastings 1974/75 giocata di nero contro Vaganian che quel giorno deve aver subito una bella cicatrice e anche un bel tatuaggio. A un certo punto Planinc alla mossa 19 tira fuori un …Af5 che lascia interdetti e per fortuna non interisti: il bianco viene costretto a mangiare una torre in a8 e il nero allora trama uno schema di matto basato su una soffocazione ad angolo tra alfiere e cavallo che culmina con un sacrificio di donna per adescare la donna nemica fuori dal controllo della casa b3. Insomma un capolavoro alla Monet una roba dove ottimizzazione siti web Colle di Nocera Umbra può solo applaudire e ammiccare di gratitudine!