Quando un uomo con la Nikon incontra un consociato, quello con la raccomandazione da vendere è un uomo morto

Diciamocelo, ci sono luoghi dove potrebbe imperversare l’ombra di un sospetto quando si fanno i concorsi pubblici ma a noi le questioni complottistiche sulla massoneria e sulla terra piatta non ci turbano, perché di fatto quando impugni una bella macchina fotografica come la D 7200 della Nikon al posto di una 44 Magnum o una penna, tutto quello che cogli dal territorio e una accentuata bellezza, eterna ed estranea alle inutili beghe degli umani. Uno scatto prolunga la salute, come si dice in gergo, meglio poi se effettuato dalle sommita del Serrasanta e dalla ridente valle Valsorda che proprio con i suoi problemi di udito di consociativismo locale non vuole (e non può per origine semantica) sentire parlare. Quindi sfruttiamo la presenza turistica di un aspirante fotografo armato per l’appunto di Nikon D 7200, Alessio Migliore, indirizzo FB, https://www.facebook.com/alebestshots/ , di estrazione torinese in visita dalle terre nordiche in location umbre, per cogliere quelle che sono le caratteristiche di una vallata che smacchia da ogni turbamento prodotto dai nostri politici locali e rigenera tempra e spirito. Del resto anche da articoli come https://www.umbriaway.eu/2019/04/14/qualche-escursionista-si-vanta-di-avere-visitato-le-terre-di-mezzo-da-noi-ci-abbiamo-le-terre-di-sopra-e-anche-quelle-di-sotto-sentiero-203-passaiole-monte-maggio-istruzioni-per-luso/ presenti nel portale abbiamo notato come l’unico problema che potresti avere ad avventurarti sulle sommità della valle più famosa di Gualdo Tadino sia una mancanza di rispetto per la valle stessa, scegliendo percorsi avventati che se non sei esperto escursionista non puoi permetterti quando sei novizio di passeggiate nel verde e a digiuno di arrampicate tortuose. Ma fortunatamente il Serrasanta si raggiunge comodamente anche in macchina, a circa 1200 metri di quota, così tutto quello che resta è ammirare il paesaggio e lasciarsi ispirare dalle prospettive audaci della natura, che propone un vasto assortimento di angoli inediti di osservazione per un fotografo che sa cogliere un prisma sfaccettato multicolore. E’ il caso del nostro Alessio che mette a disposizione i suoi scatti per un libero free download per sostituire il desktop del proprio computer, dove la foto con l’ex governatrice che si dimette in conferenza stampa per lasciare spazio al nuovo che avanza, verrà sostituita dalle bellezze del CAP 06023. Ma sentiamo il suo punto di vista sulla macchina che usa come l’ispettore Harry Callaghan per catturare frammenti di eternità dalle nostre montagne: “La Nikon D7200 è una fotocamera reflex con sensore APS-C (1.5x) da 24.2 megapixels prodotta dal 2015 al 2017 (fuori produzione). La gamma di sensibilità, inclusa estensione, è 100 – 25600 ISO e può scattare a raffica di 6 FPS x 18 RAW, 100 JPEG.“; ok ci verrebbe da dire, ma adesso che abbiamo questo prodigioso strumento per le mani che ci produce materiale fotografico di ampie dimensioni come risoluzione come convertiamo i file con estensione punto NEF che sono particolarmente pesanti e viaggiano sull’ ordine di decine di MB? Niente paura anche il web designer meno avvezzo cercando in rete può trovare strumenti utili come https://www.iloveimg.com/it/convertire-in-jpg/raw-in-jpg/nef-in-jpg che possono prendere le foto della D 7200 (recuperabile dal mercato spendendo meno di mille euro con tanto di orpelli opzionali per zoom performanti) per lavorarle e convertirle nel giro di pochi minuti, in fondo parliamo di risuluzioni che superano i seimila pixel di ampiezza! Forti di uno spaccato rigenerante di location suggestive che ricoprono la catena appennica umbro marchigiana, Umbriaway e l’aspirante fotografo si sono mossi verso Corridonia, sconfinando nelle Marche, dove Alessio impavidamente ignorava l’ora abbondante di macchina per raggiungere una località altrettanto suggestiva, dove gli appassionati di un concorso fotografico tematico si stanno radunando per affrontare un contest che ricorda una sceneggiatura della RAI: chi riuscirà a cogliere gli aspetti minimalisti più incisivi nel casolare dalla porta rossa meta di tanti appassionati creativi? Lo scopriremo magari in una prossima puntata, al momento godiamoci i desktop gratuiti messi a disposizione dal nostro digital bookmaker!