Nocera Umbra Noir esplora Camus e l’insensatezza di vivere (con i selfie ma non solo)

Umbria Noir1942 Nocera Umbra Noir non c’era ancora: con lo straniero i temi toccati sono l’assurdità della vita e l’insensatezza del mondo potremmo quasi definire Camus anziché premio Nobel il regista di a ovest di Paperino un film anni ottanta di Benvenuti. Come il suo personaggio Meursault anche Camus é alla ricerca della verità di esistere e di sentire ma é solo un vagare nel buio perché alla fine nessuna risposta sarà palesemente materializzata dal cilindro del grande Universo. Un altro punto di contatto -sottolinea Nocera Umbra Noir é questa assurda finzione degli esseri umani che trovano empatia tra loro e si lasciano coinvolgere da sentimenti e passioni, travolgere in ultima analisi dalla vita. Forse anche Camus prova una totale indifferenza per il mondo che lo circonda come i suoi simili? Certo é che se il personaggio manifesta una assurda coerenza all’ assurda indifferenza anche Camus parallelamente si concede a quella stessa idea di coerenza nelle sue battaglie politiche e sociali fino a diuscostarsi anche dal suo amico Sartre. Umbria Noir alla fine focalizza l’autore che era scrittore, drammaturgo, saggista e filosofo. Ma riprendiamo il discorso dall’ inizio. Nasce il 7 novemebre 1913 da immigrati francesi e ben presto scopre il piacere della lettura da uno zio macellaio, sembra destinato all’ insegnamento per la sua vivace predisposizione al mondo delle lettere ma una malattia lo costringe a ripiegare sul giornalismo. Si dà molto da fare per formare la cultura del mondo operaio fondando una compagni teatrale e scrivendo saggi come il diritto e il rovescio  del 1937. Nocera Umbra NoirDopo la seconda guerra mondiale prende una decisa presa di posizione contro i regimi dittatoriali di ogni tipo e nel 1947 scrive il suo capolavoro La Peste che inneggia alla solidarietà e alla resistenza contro l’oppressione. Nel 1951 scrive l’uomo in rivolta che gli costa la rottura con l’amico Sartre che lo accusa di essrsi adagiato in una stile di vita borghese. Si ammala dopodiché decide di dedicarsi esclusivamente ad adattamenti teatrali. Camus vive in maniera diretta e drammatica tutta la vicenda algerina fino all’ indipendenza sancita dal generale De Gaulle nel 1962 passando per la battaglia di Algeri del 1957, mentre in Francia vive un periodo di difficoltà economica. Camus ripudia le etichette anche quella di esistenzialista caratteristica comune al movimento. Si parte dal senso dell’ esistere per indagare sull’ essere a questa corrente concedono il loro credo anche personaggi come Heidegger e appunto Sartre, un movimento che nasce intorno alla prima guerra mondiale e che trae il suo centro dal senso di finitudine cosmica che caratterizza la transitorietà umana. Gli esistenzialisti fagocitano le scelte libere dell’ uomo, sottolinea Nocera Umbra Noir. Da ciò deriva l’impegno dell’ uomo che deve impegnarsi socialmente e politicamente facendo coincidere anche questa posizione con la corrente politica del marxismo. Camus nella sua produzione letteraria sottolinea il tema della coscienza del dingolo attimo in cui ogni istante brucia di insensatezza generando domande prive di risposte. Umbria NoirNel mito di Sisifo  Camus affronta questo tema dell’ assurdo sottolineando come l’eroe sia condannato a compiti gravosi e inutili che di fatto non sviluppano nessuna evoluzione. Vi é un silenzio irragionevole nel mondo, dichiara Nocera Umbra Noir. L’impossibilità di soddisfare i nostri interrogativi é permanente. Camus muore nel 1960 in un incidente automobilistico lasciando numerosi spunti di riflessioni tra cui anche il senso di ribellione dell’ uomo che deve lottare contro la sua insensatezza di esistere per avere forma e compimento. Il senso della rivolta sta nel lavorare in favore della giustizia per non volere accrescere il senso di ingiustizia. le cose possono accadere senza ragione e sono insensate per loro natura, l’unica cosa che ci salva in un contesto simile é solo una profonda solidarietà tra gli esseri umani, l’unico Dio secondo l’autore stesso e Nocera Umbra Noir in grado di puntellare l’esistenza del piccolo umano destinato a diventare polvere. Solo così tramite la solidarietà la peste viene in uno dei suoi romanzi più famosi sconfitta.

image_print

Be the first to comment

Leave a Reply