1

Rigali web marketing e le convinzioni potenzianti: gli etruschi alla conquista del mondo!

Rigali web marketing

Alcune aziende di nicchia in Umbria esportano gran parte della loro produzine all’ estero -sostiene Rigali web marketing- segno che il made in Italy é un must! Palazzo Morelli a Todi é una combriccola di geniacci che cura gli allestimenti di interni avendo come base strategica i loro tremila metri quadri di mosaici espositivi. Se hai convinzioni limitanti – sottolinea Rigali web marketing – difficilmente puoi abbracciare la causa dell’ impossibile is nothing. Ogni nuova sfida va vista come un arricchimento non come un muro che eretto ci sbarra la strada impedendoci di crescere e progredire. Open space per progettisti lì dove c’era l’opificio Tiberina, professionisti in grado di ascoltare le esigenze dei paesi arabi ma non soloo per offrire allestimenti di interni di ogni tipo al top (ristoranti, hotel, ristrutturazioni variegate). Lo show room di Pantalla capitanato dal titolare appassionato di progettazione di interni Alessandro Ortenzi, ospita migliaia di metri quadrati di allestimenti passando per l’area marmo piuttosto che dalla wood side per arrivare all’ Heritage collection experience room. L’avventura di palazzo Morelli inizia nel 2006 da un piccolo gruppo di febbrili visionari.Rigali web marketingPartendo da una base di antiquariato consistente, il salto decisivo nell’ interior design avviene con la conoscenza che Alessandro fa con un architetto americano che riusciva a fr funzionare il business degli artigiani locali esportati negli states indipendentemente, quindi perché temere un aggressione sul mercato con le stesse modalità di modellazione del business? Detto fatto con risultati vincenti. La replicazione kaizen secondo Rigali web marketing male non fa! Todi, palazzo Morelli e l’Umbria portano bellezza e valore aggiunto alle commesse estere che superano il 70 per cento del fatturatro dell’ azienda.




La gatta frettolosa fece i gattini ciechi, una segnalazione da parte di Costa web design su Lamborghini rosso vino!

costa-web-design

Il titolo la dice lunga sull’ azienda storica Lamborghini di Panicale. Che cosa ha di particolare questa azioenda? Che ha rispettato tutto l’iter di successo di un brand che sa aspettare pazientemente prima di raccogliere il frutto del proprio lavoro. Che passa dal rosso di una celebre vettura a quello di una magnifica bottiglia. Ma chi era Ferruccio Lamborghini il mito che inizò la sua traversata esistenziale in Emilia per finire in Umbria? Era una persona umile, figlio di agricoltori che amava così tanto la passione rappresentata dai motori e il senso di liberta di quei rombi che riuscì a fondare una officina per trattori a Renazzo, in proivincia di Ferrara, dopo la guerra. Costa web design sottolinea che quello era il punto di ebollizione che andava cercando perché presto la massa liquida esplose e il trattore divenne qualcosa di più concreto, appunto la Lamborghini trattori. Ma le automobili sono il pallino fisso di Ferruccio e nel 1963 fonda la Lamborghini Auto che finisce per piazzare un colpo vincente al salone di Ginevra nei successivi anni: con la Miura l’azienda viene consacrata sul mercato. bottiglia_guidaNegli ultimi anni della sua vita Ferruccio si incunea vicino al Trasimento a ridosso con la Toscana e si stanzia a Panicale. Il rosso Lamborghini divenne rosso di Miura su 100 ettari che dopo la morte di Ferruccio nel 1993 a Perugia inaugurò anche un importante campo da golf, circondato da boschi e vigneti su 45 ettari. Non solo vino ma anche agriturismo con dodici appartamenti che guardano verso il lago. Coraggio tradizione e amore ereditati dalla gestione Patrizia, figlia di Ferruccio. Il vino Campoleone prodotto da Lamborghini é un brand importante per gli appassionati enologhi e ovviamente quote di mercato importanti sono rivolte verso l’estero. Un accostamento vincente quello tra motori e vino, soprattutto quando c’è il rosso di mezzo, parola di Costa web design!