Web Marketing Boschetto e la domanda fatale: ma quale é il miglior sito di template in rete?

web marketing BoschettoWeb Marketing Boschetto sarà drastico e tempestivo sparando un link: vatti a guardare https://themeforest.net. Ok ma di che cosa stiamo parlando? Quando una agenzia di comunicazione in comune accordo con il cliente stabilisce nell’ offerta condivisa che una piccola cifra del totale sarà investita per l’acquisto di un template, si sta soltanto preoccupando di creare un vestito alla struttura che ospiterà i suoi contenuti. Da questo punto di vista il sito che noi di web marketing Boschetto vi stiamo segnalando é come si dice in gergo grasso che cola: THEME FOREST ha migliaia di possibilità anche a costi vantaggiosi paretendo come base da soli due dollari! Immaginate il tempo che si perderebbe creando un foglio stile efficace magari preoccupandosi di includere tutte quelle librerie responsive quando una soluzione già pronta e collaudata fa al caso vostro. Segui gli scritti tecnici di web marketing Boschetto sul portale di Umbriaway Consulting!




Manutenzione straordinaria Umbria e lo stato dell’ arte in Umbria sulla paleontologia

manutenzione straordinaria UmbriaMa lo sapevate che sopra il monte Subasio che caratterizza morfologicamente il territorio di Assisi tanti anni fa c’era il mare? Ma chi lo dice? Manutenzione straordinaria Umbria? No, lo dice chi ha la competenza per dirlo ossia il sito web http://www.gumpassisi.it/. Per chi ha passato l’infanzia in Umbria il sentire parlare magare di Trilobiti o rossi ammonitici qualche reminescenza di cose famigliare deve essere stata riattivata non solo nella testa di manutenzione straordinaria in Umbria: come recita il sito,

G.U.M.P sta per l’acronimo Gruppo Umbro Mineralogico Paleontologico, che nasce nel lontano 19xx grazie ad un gruppo di amici che aveva in comune la voglia di scavare nelle nostre colline, in cerca di “sassi”. Poi, la voglia di capire cosa si stava trovando, ha fatto emergere il desiderio di ‘dare un senso’ a tutto questo. Quindi non si scavava più tanto per trovare, ma si cercavava qualcosa di nuovo… Una passione sempre più forte! La naturale evoluzione è stata quella di creare una associazione di gente per condividere la stessa passione, approfondire la conoscenza e divulgarla al ‘mondo esterno’.

Il gruppo é molto propositivo e a ttivo anche a livello internazionale, progetti ed iniziative sul territorio con escursioni guidate sono le opzioni proposte da questa interessante associazione segnalata dalla Luisa di manutenzione straordinaria Umbria. Sia ben chiaro non é una caccia al tesoro e se trovi il rosso ammonitico vinci una vacanza premio su Altair 4. Di quale disciplina scientifica stiamo parlando? jh16525Consulta wikipedia all’ indirizzo https://it.wikipedia.org/wiki/Paleontologia! Si tratta di una disciplina scientifica estremamente dinamica che interagisce sempre di più con altri settori tipo biochimica, ingegneria e matematica. Ringraziamo quindi la Luisa di manutenzione straordinaria in Umbria per la segnalazione di questa interessante associazione che valorizza le nostre valli e buon trilobite a tutti!




Vittorio Sgarbi a Colle di Nocera Umbra?

Glicine Consulting in collaborazione con la Apple ha recentemente lanciato sul mercato il fuffatronic 2.0 settato a Garbatella e il primo test ha fatto uscire una situazione da fantascacchi totalmente inverosimile: a Baku l’Italia vincerà le olimpiadi edizione 2016. Fantascienza? Niente affatto. Torniamo sul titolo e riflettiamo in maniera analoga:

se Vittorio Sgarbi noto critico d’arte ha curato una mostra antologica a Gualdo Tadino sulla follia e gli artisti padani perché prima o poi non dovrebbe fare un salto a Colle di Nocera Umbra cap 06025 che é distante da Gualdo sette km? Semplice direte voi, perché storicamente i due comuni sono sempre stati in guerra tra fazioni confinanti. Ma la Chiesa della SS. Trinità a Colle di Nocera Umbra, risalente all’incirca alla metà del 1500, a due passi dal castello, ha delle risorse interne che il famoso “capra” non può snobbare. Intanto la particolarità é che l’edificio poggia le sue fondamenta su pietre ancora più antiche presumibilmente romane come mostrano alcuni dettagli della gallery che ci é stata gentilmente rigirata dal sito i luoghi del silenzio solo per azioni finalizzate alla valorizzazione del territorio e per il recupero dell’ identità storica locale. A questo punto citiamo le parole performanti del sito stesso che invitano indirettamente Sgarbi a Colle di Nocera Umbra:


all’interno della chiesa SS. Trinità a Colle di Nocera Umbra sono presenti degli affreschi, qualcuno di buona mano, ma mal conservati e sbiaditi, quello dell’abside è stato in gran parte coperto da un’altro più recente e di scarsissimo valore. Da un’osservazione sommaria da quel che si vede dietro l’intonaco recente si può supporre che l’affresco originale dell’abside sia molto simile a quello presente nella chiesa di San Giovanni a Boschetto, in quanto in entrambi compare la figura dell’Eterno in alto e sotto una crocifissione; sarebbe auspicabile un intervento di restauro che riporti alla luce l’originale perché molto più interessante della sovrapposizione posticcia. Alla parete destra partendo dall’abside c’è una Madonna con Bambino molto rovinata, ma straordinaria grazia, dopodiché troviamo una piccola immagine di Sant’Orsano, Sant’Elena, un San Bernardino da Siena (?) datato 1580 e un Sant’Antonio abate con ai piedi il maialino di “Cinta senese” . Sulla parete sinistra partendo dall’abside troviamo una Madonna con Bambino datata 1550, un’immaginetta di Santa Bibiana, una Santa Lucia e un’altra Madonna con Bambino poco rifinita e che sembra un ricopiaticcio dell’immagine precedente, perché identica. Le immagini della parte destra e sinistra sono simmetriche nelle loro fattezze e speculari nelle dimensioni. Tutti i dipinti sono molto deteriorati e necessiterebbero di un sollecito intervento di restauro.

Ancora una volta notizie importanti e dettagliatamente precise che ci arrivano insieme alle foto dal sito web i luoghi del silenzio curato da Raimondo Fugnoli. Per quanto riguarda Sgarbi siamo sicuri che tra una puntatina e l’altra al museo del Louvre per dialogare con la Gioconda e riportarla a casa seguendo innovative strategie di marketing, troverà sicuramente il modo -inevitabilmente contagiato e incuriosito- di visitare la chiesa della della SS. Trinità a Colle di Nocera Umbra, anche se il cap non ha niente a che fare con Gualdo Tadino!




Manutenzione straordinaria umbra e il trekking fra natura e boschi delle foreste laziali

manutenzione-straordinaria-umbraCon il recente terremoto che accumuna le sorti delle regioni centrali italiane solidali a tanta bellezza deturpata da una sciagura, non possono mancare articoli tematici per esaltare le regioni limitrofe. Manutenzione straordinaria umbra  entra nel vivo dei misteri della selva etrusca, affrontando alla Giacobbo i temi della zona vulcanica dei bacini Bolsena, Vico, Bracciano e Albano. In queste aree possiamo immaginarci come era la regione Lazio al tempo degli etruschi e dell’ Impero Romano: una selva verde primordiale con faggi e castagneti secolari a ricoprire i sentieri di tufo. I monti Cimini in zona Lago di Vico conservano un territorio ancora intatto che gli Etruschi utilizzarono come selva protettiva per sotrtrarsi agli attacchi romani. Oggi ci sono percorsi di trekking che uniscono remoti e strategici fontaneti con l’abitato di San Martino a Cimino, caratteristico borgo che conserva peculiarità antichissime. manutenzione-straordinaria-umbra1Una volta entrati nelle foreste laziali il consiglio é quello di uscirne il più tardi possibile e non solo per la ricchezza di funghi e tartufi lieta novella degli avventurieri incauti. Manutenzione straordinaria umbra evidenzia come l’atmosfere profuse in questi luoghi da antiche culture benedettine e cistercensi formano un caleidoscopio turistico al top: terremoto o non terremoto queste location sono straordinarie da scoprire, riscoprire e visitare!




Castello di Colle di Nocera Umbra ha una profonda tradizione storica medioevale. Quindi? Gubbio 4-9 ottobre 2016!

Il Castello di Nocera Umbra é anche l’oggetto di tesi di Francesco Sorbelli nel bel sito sulla valorizzazione del territorio di Raimondo Fugnoli. C’è una relazione con la seconda edizione che si terrà a Gubbio il 4 e 9 ottobre 2016 con una grande manifestazione patrocinata anche da Rai e tanti altri enti istituzionali? Be si! L’imperiodo Giglio di Firenze inciso su una dei vetusti archi del castello di Colle di Nocera Umbra ha molto da dire in proposito quindi é d’obbligo partecipare alla manifestazione eugubina dalle ambizioni centometriste: il grande racconto della storia. Non ci sono altri festival culturali in Italia sul MEDIOEVO. Ci saranno incontri con autori e storici qualificati, eventi come la fiera del libro medioevale, miniatori del mondo, mercati, mostre, spettacoli, musica e teatro, manifestazioni tematiche per bambini, giochi laboratori e letture! All’ indirizzo www.festivaldelmedioevo.it si possono reperire tutte le informazioni per non avere alibi: a questa roba qui si deve proprio partecipare! castello di colle di nocera umbraLe foto in gallery sul castello di Colle di Nocera Umbra sono di proprietà intellettuale del sito I luoghi del silenzio e di Francesco Sorbelli e rigirate a Umbriaway solo con intenzioni finalizzate alla valorizzazione del territorio che coincide con la mission principale anche del nostro portale. Grazie ancora a Fugnoli-Sorbelli per la gentile concessione ma un sito così ricco di preziose informazioni storiche e di ricerca sull’ identità di molteplici frazioni non può che ritornare periodicamente in risalto sulle nostre pagine, tante sonbo le cose da scoprire e amplificare, vere chicche che gli autori del sito i luoghi del Silenzio hanno saputo mettere in rilievo.




Castrum Collis Project, il sito delle pietre della memoria

A prposito del recupero della storicità dei luoghi: in rete su Colle di Nocera Umbra e sul progetto Castrum Collis si trova materiale decisamente interessante. Ad esempio il progetto http://www.pietredellamemoria.it e in particolare ovviamente riferito al Castrum Collis Project http://www.pietredellamemoria.it/pietre/lastra-ai-caduti-di-colle-di-nocera-umbra-nella-grande-guerra/ mostra una lapide ricca di informazioni relativamente al segno che la grande stroia imprime sulla piccola storia delle comunità locali. Periodo prima guerra mondiale nello specifico, nei prossimi post Umbriaway Consulting approfondirà il tema, per ora vuole citare l’importanza del progetto in rete legato al sito web delle pietre parlanti citato sopra che valorizza l’identità dei luoghi e riempe di contenuti il Castrum Collis Project.




Castello di Colle di Nocera Umbra e il sito web i luoghi del silenzio.

castello di ColleMa il progetto Castrum Collis per la valorizzazione locale e il recupero delle identità storiche nella zona tra i CAP 06025 e 06030 va avanti o si é incagliato? Per la verità ci pensa la rete a valorizzare il territorio, tra le tante piacevoli scoperte fatte da Umbriaway Consulting vi é quella del sito progetto i luoghi del silenzio che fornisce un interessante documentazione inedita: http://www.iluoghidelsilenzio.it/castello-di-colle-nocera-umbra-pg/. Ora al di là del castello di Colle non possiamo che spendere parole positive su questo sito progetto firmato Raimondo Fugnoli al quale vanno entusiastici complimenti per il lavoro organizzativo svolto per valorizzare la storia dei luoghi umbri ma non solo. Scrive Raimondo Fugnoli sul sito i luoghi del silenzio, http://www.iluoghidelsilenzio.it/chi-siamo/: “la mia speranza è di poter dare il mio umile contributo alla conservazione lanciando una sfida attraverso la conoscenza”. Direi che per il nostro portale che esalta il claim risorse da scoprire e valorizzare l’obiettivo proposto non é assolutamente fuori portata ma realizzabile! Fugnoli ha strutturato un lavoro su castelli, chiese, abbazie ed eremi suddiviso per regioni, anche sconfinando in zone limitrofe come le Marche. luoghi _silenzio1Veramente notevole la mole di informazioni trattate, non solo sul castello di Colle di Nocera Umbra, che formano un plasma conoscitivo che copre vaste regioni dell’ entroterra Italia centrale, assolutamente da visitare per abbeverarsi e cogliere quell’ ideale di salvaguardia e di tutela dei beni locali che portano con se una ricchezza inesauribile di prana vitale, complimenti ancora all’ autore del sito i Luoghi del silenzio e anche all’ articolo dedicato al Castello di Colle di Nocera Umbra!




Biscottificio umbro al top presenta: eccellenza a Santangelo di Terni

biscottificio-umbroSiamo a Santangelo di Terni e qui un troviamo un biscottificio umbro che esporta all’ estero il  30 % della sua produzione. Abbiamo visto che questo nelle aziende che analizziamo é un fattore critico di sopravvivenza e di eccellenza per le organizzazioni che resistono sul mercato. Come spesso accade nell’ indotto umbro, le aziende a conduzione famigliare, soprattutto quelle nate negli anni sessanta-settanta, poi diventano industrie ben organizzate. La linea strategica scelta da “biscottificio umbro” per essere competitivo é quella di spostare l’attenzione verso i mercati del NOrd Italia e appunto l’estero. Ciambelle, crostate, torte, tronchetti, biscotti di tutti i tipi con tutto il campionario dolciario tipico delle feste natalizie e pasquali costituiscono il focus produttivo del Santangelo Group, alias biscottificio umbro. Qualcuno dirà certo negli anni sessanta era tutta un’altra storia: quello era il periodo del boom economico e non solo sul tema “biscottificio umbro” chiunque con il lavoro duro e l’impegno poteva tirare fuori qualcosa anche da una idea bislacca. Mario Formichetti il padre fondatore dell’ azienda inizia la sua gavetta in una nota pasticceria di Terni, dove acquisce gli strumenti per coordinare personale e vivisezionare la filiera produttiva. Oggi é Gianluigi Formichetti a traghettare la traversata in questi nostri convulsi tempi moderni lasciando intatto il patrimonio di esperienze ereditate da quei lontani anni di esempio. biscottificio umbro topL’azienda viaggia intorno alla trentina di dipendenti e ha una strategia di marketing performante grazie all’ attenzione che dimostra verso le fiere internazionali. Punto di forza rimane la linea tradizionale della lievitazione naturale e un prodotto di punta denominato “fresco fresco”, un cornetto fragrante dal sapore genuino che punta a conservare la freschezza nel tempo. Che dire di biscottificio umbro al top? Che molte delle prerogative che la caratterizzano come azienda meritevole di attenzione per l’economia umbra sono un minimo comune denominatore con altre aziende viste sul portale: conquista di nuove fette di mercato oceano blue, attenzione interna a creare prodotti di qualità, cura per il cliente rispettando tempestività di consegna il tutto accompagnato da innovazione e quindi aggiornamento di macchinari che viaggiano di pari passi con la tradizione ereditata da vecchi sanguigni imprenditori innamorati del loro lavoro, in questo caso specifico Santangelo Group! E proprio a voler essere pignoli potremmo anche celare una piccola caccia al tesoro nell’ articolo, proprio per cercare il pelo nell’ uovo. biscottificio-umbroTrova l’ossimoro palese occultato in questa breve trattazione…il tema é quella della comunicazione web e a molti di voi non sarà sfuggito: questi siti minimalisti che hanno le aziende umbre di successo come mai contrassegnano brand che poi sul mercato si mettono in evidenza? Una risposta potrebbe essere: perché queste aziende non hanno necessità al momento di spingere investimenti sul versante web marketing, molte di queste poggiano la loro fondamenta su un pacchetto clienti consolidato e acquisito di vecchio stampo.




Sostenibilità Umbria: fai la cosa giusta, scegli un nuovo stile di vita!

umbria_sostenibileI tempi si evolvono non ve lo deve dire con un taglio di così basso livello letterario sostenibilità Umbria. Immaginatevi Simenon seduto in un bistrot a osservare un tizio corpulento con il cappello e la pipa sotto a una lampada a LED di ultima generazione: Maigret non sarebbe mai stato inventato in questo modo come confessò con qualche variazione legata alle lanterne dell’ epoca l’autore stesso interrogato in proposito della genesi letteraria del suo personaggio principale. Che cosa cerca di dire sostenibilità Umbria? Che se si reca a Bastia Umbria presso il polo espositivo Umbria Fiere troverà anche un adeguamento di un moderno Maigret magari mangiatore assiduo di prodotti biologici e appassionato utilizzatore di pannelli fotovoltaici per una sede di risoluzione omicida dove basta dire “accenditi” alla luce in ottica domotica per risolvere l’ennesimo caso impossibile? Scusate, sostenabilità Umbria ha proprio esagerato con questa prosa contorta ed esagerata é l’ora di rientrare nei ranghi con numeri a sostegno di fatti concreti: 250 stand, 200 eventi gratuiti per le famiglie, area Street Food per gli amanti del buon cibo, il meglio di servizi integrati innovativi per uno stile di vita sostenibile dal 30 Settembre al 2 Ottobre. Qualità della vita, benessere del corpo, scuole, formazione, green vision da assimilare. Produzioni alimentari alternative. umbria_sostenibile1L’eccellenza della gastronomia locale. Gruppo di acquisto per autoveicoli elettrici. Di che cosa parla sostenibilità Umbria? Di bicicletta, di trasporto pubblico, di car sharing, di veicoli ibridi e a idrogeno! Il futuro é alle porte il povero Maigret deve adeguarsi ai temi proposti da sostenibilità Umbria che sono innovativi e performanti. Il futuro si impara da piccoli, per questo la cultura e la consapevolezza di un mondo buono da costruire va assimilata subito per spalancare mondi nuovi e impossibili. Sviluppo in Umbria, nuove idee imprenditoriali da mettere in pista, analisi di marketing sulle nuove pulsioni generazionali? Ora puoi! A Umbriafiere, fai la mossa giusta!