Digital divide Umbria a che punto siamo?

digital divide Umbria

digital divide UmbriaCon digital divide Umbria andiamo a misurare quello che é la salute regionale sul tema dell’ ICT e delle infrastrutture per l’alta comunicazione digitale. Anche dall’ ultimo incontro tra le aziende avvenuto al Centro Fiere Bastia Umbra padiglioni otto e nove il 9 novembre 2017, evento di marketing place e innovazione organizzato da Confindustria Umbria, abbiamo avuto l’impressioni come osservatori invisibili di Umbriaway Consulting che il potenziale di sviluppo economico dell’ Umbria esista, al di là di tutte le congiunture astrali non proprio idilliache e favorevoli e che ci sono molte idee e risorse e business latenti da mettere in piedi a condizione che si voglia uscire da uno stato di apatia regressiva. L’avvento delle nuove tecnologie porta effluvi di energia vitale per l’imprenditore che vuole rilanciare la sua azienda al di sotto degli standard di fatturato o anche solo ai disoccupati che vogliono migliorare il loro skill per essere maggiormente competitivi in un mercato del lavoro estremamente dinamico e complesso. In Umbria ci sono ancora pregiudizi legati all’ uso incisivo di queste nuove risorse messe a disposizione dalla rete, pensiamo solo ad esempio alla differenza di trattamento che deve subire un professionista ict che lavora in loco (che sia un docente, piuttosto che un programmatore, piuttosto che un sistemista di rete o un consulente di web marketing o cyber security o di social media o di seo o chi più ne ha più ne metta) rispetto a location dove lo sviluppo é continuamente in ebollizione come Roma o Milano e dove lo stesso professionista dai 30 euro generosi di paga oraria che vede in Umbria si ritrova invece in tasca con la stessa didattica e con lo stesso intervento dai 50 agli ottanta euro l’ora! Va bene diciamo che é un fatto culturale e molti non hanno ancora compreso la portata di una azienda che arrivando magari prima nei motori di ricerca con la keywords vendita abbigliamento Umbria e appoggiando tale azione con call action mirate che siano sedigital divide Umbriamplicemente landing page piuttosto che e-commerce, possa incrementare il suo fatturato automatizzando i processi standosene comodamente seduto in salotto a vedere la partita di champions (non certo quelle del mondiale!). Ovviamente c’è anche tanta fuffa in mezzo a tanto digital divide Umbria e i risultati non vengono per caso se non si sceglie un supporto affidabile che a piccoli passi, senza fare salti avventati nel buio con massicce cifre di investimento, con gradualità, vada a centrare gli obiettivi prefissati e ad alzare l’asticella attraverso una spietata costanza applicativa e determinazione nel voler perseguire il risultato attraverso azioni pervase dal buon senso, al monitoraggio e alla misurazione dei feedback e alla messa in atto di campagne di web content marketing altamente performanti. Da qui ne deriva la necessità di affidarsi a professionisti che conoscono le materie trattate e che sappiano performare al meglio le risorse canalizzandole verso la migliore ottimizzazione del funnel, la capacità di generare traffico per convertirlo in credibilità del BRAND. C’è ancora la tendenza a tenere un pò distanti in alcune fasce territoriali personal computer, banda e internet (sollevando per l’appunto il problema del digital divide Umbria!) e l’esclusione comporta una mancanza di opportunità che invece é appena sotto il proprio naso. Tra le tante aziende interessanti che si prodigano a colmare la lacuna del digital divide Umbria ma non solo, c’è anche http://www.ictstudio.it, la ICT Studio di Corciano (PG) che offre un ventaglio di opportunità per materializzare dal nulla la tua idea digitale ma anche per convertirla in case history di successo! L’azienda esiste da 15 anni e come recita il loro sito istituzionale “con un obiettivo ben preciso: fornire un servizio completo ad aziende, professionisti ed enti nel complesso mondo del web & communication technologies. Siamo un’azienda che si confronta ogni giorno, nella logica del network, con realtà e professionalità esterne, capace di fare sistema per offrire ai propri clienti soluzioni aggiornate, efficaci ed al passo con i tempi. La nostra Mission è aiutare le adigital divide Umbriaziende a ripensare il proprio modello di business ed i processi produttivi attraverso l’uso delle tecnologie digitali poichè Internet e le nuove tecnologie sono solo dei mezzi e non la soluzione. Noi di ICT Studio offriamo la nostra capacità di coniugare la creatività alla tecnologia aiutandoti a scegliere i modelli più adatti a ciascun mercato, con soluzioni complete ed integrate nel complesso mondo dell’E-business. Ti aiutiamo a tradurre le strategie in risultati mediante la condivisione degli obiettivi, sviluppando i progetti in modo congiunto con il tuo staff. Mediante la formazione, favorendo la crescita delle risorse aziendali, trasferiamo le nostre competenze ed il nostro know how operativo“. Offre tutto il potenziale di tools e strumenti che una azienda moderna agile e snella deve implementare per crescere, quindi una faretra tagliente composta da seo, sem, dem, e-commerce, web marketing, sviluppo app e mobile marketing e tutto ciò che é correlato con lo sviluppo della comunicazione digitale finalizzato a convertirsi in lead generation. Grazie al supporto di queste aziende come la ICT Studio di Corciano a PG e al condizionamento-supporto culturale che esercitano all’ interno del territorio il problema del digital divide Umbria si sta sempre di più sensibilmente attenuando, del resto molti di noi ricorderanno quei famosi modem a 56Kb di tanti anni fa e quei famosi dischetti windows 3.1 che ci facevano gridare al miracolo tecnologico e che oggi a causa della velocità dell’ innovazione sono diventato oggetti di culto per frequentatori di musei digitali! L’importante é fare il salto nel vuoto digitale e colmare il digital divide Umbria scegliendo patner che la credibilità (o come viene definita oggi reputation brand!) se la sono guadagnata sul campo. Parte grafica dell’ articolo royalty free proveniente dall’ accattivante sito https://unsplash.com!

image_print

Be the first to comment

Leave a Reply